Verifica impianti di messa a terra

Verifiche periodiche dell'impianto Messa a Terra dell'impianto elettrico (D.P.R. 462/2001 art. 4)

Basiglio Consulting s.r.l. collabora con Organismi abilitati dal Ministero delle Attività produttive convenzionati in esclusiva per il settore specifico.

mat

 

Le operazioni di controllo andranno effettuate con periodicita':

  • Biennale: In caso di ambienti con pericolo di esplosione e/o incendio – ad es. CT >116 K/cal, rimesse interrate > 300mq, altezza antincendio > 24 mt.)
  • Quinquennale: Negli altri casi.

 

 

Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi

(G.U. n. 6, 8 gennaio 2002, Serie Generale) 
Testo in vigore dal 23/1/2002

-OMISSIS –

Art. 4. Verifiche periodiche - Soggetti abilitati
1. Il datore di lavoro è tenuto ad effettuare regolari manutenzioni dell'impianto, nonché a far sottoporre lo stesso a verifica periodica ogni cinque anni, ad esclusione di quelli installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio per i quali la periodicità è biennale. 
2. Per l'effettuazione della verifica, il datore di lavoro si rivolge all'ASL o all'ARPA o ad eventuali organismi individuati dal Ministero delle attività produttive, sulla base di criteri stabiliti dalla normativa tecnica europea UNI CEI. 
3. Il soggetto che ha eseguito la verifica periodica rilascia il relativo verbale al datore di lavoro che deve conservarlo ed esibirlo a richiesta degli organi di vigilanza.
4. Le verifiche sono onerose e le spese per la loro effettuazione sono a carico del datore di lavoro.

- OMISSIS –

Scarica il testo del D.P.R. 462/01